Il certificato di prevenzione incendi attesta il rispetto delle prescrizioni previste dalla normativa di prevenzione incendi e la sussistenza dei requisiti di sicurezza antincendio. Il certificato di prevenzione incendi e’ rilasciato dal competente Comando provinciale dei vigili del fuoco e che, se nell’esame della pratica emerge la mancanza dei requisiti previsti dalle norme, il Comando non rilascia il certificato, e ne dà comunicazione all’interessato, al sindaco, al prefetto e alle altre autorità competenti. Inoltre, il comma 6 dello stesso articolo stabilisce che l’obbligo di richiedere un nuovo certificato ricorre quando vi sono modifiche di lavorazione o di strutture, nei casi di nuova destinazione dei locali o di variazioni qualitative e quantitative delle sostanze pericolose esistenti negli stabilimenti o depositi e ogni qualvolta sopraggiunga una modifica delle condizioni di sicurezza. Non sempre questo certificato deve essere prodotto ai fini di un intervento edilizio,infatti in molti casi come ristrutturazione o piccole palazzine,questo certificato non viene richiesto. Tuttavia è facoltà del progettista informare il committente dell’eventuale predisposizione di tale certificato al fine di ottenere poi il rilascio dell’abitabilità da parte del comune.